CASAFAMIGLIA

Il problema di chi ha figli con handicap è: che ne sarà dopo di noi? A Viareggio un giovane prete (che legge il Timone e La Nuova Bussola Quotidiana) ha creato una Casa Famiglia, che io ho visitato. E ne sono rimasto colpito. Campa di sola Provvidenza. Aiutiamola: www.amicinsiemeviareggio.it / www.parrocchiasantarita.it

M5S

I grillini vincono a Roma? Eccoli serviti di barba e capelli. Di Sala indagato a Milano si è saputo solo dopo elezioni, ballottaggio e vittoria. Ieri, procedimento archiviato. Lupi, ministro ciellino, costretto a dimettersi perché qualcuno aveva regalato un rolex al figlio… Eh, ragazzi, la politica è una cosa seria, meglio perciò farla dalla parte giusta. W la Svizzera!

JAY

Leggo sul sito provita.it di Jay Hendry, americano della Pennsylvania. Due anni fa un incidente stradale. Lesione cerebrale irreversibile. Per diciassette volte i medici hanno invitato la moglie a “mettere fine alle sue sofferenze”. Diciassette. Ma lei, niente. Allora è stata accusata di egoismo (semmai è vero il contrario: ricordate il coniuge di Terry Schiavo?) perché insisteva nel mantenere il marito in quello “stato vegetativo permanente”. Lei, visto che non le davano l’assistenza domiciliare, ha lasciato il lavoro ed è stata sostenuta dai parenti. Ma alla fine ha trovato un centro riabilitativo che ha acconsentito a prendersi cura di quella “vita non degna di essere vissuta”. Oggi l’uomo gioca coi tre figlioletti e la aiuta perfino nelle faccende domestiche. Certo, è rimasto handicappato, ma lei è convinta che, se le avessero dato retta fin dal principio, la riabilitazione avrebbe potuto fare molto di meglio. Jay adesso è, sì, un marito e un padre handicappato, ma è vivo, ride, parla, si arrabbia e litiga perfino.

TERZOSEGRETO

«…un vescovo vestito di bianco, altri vescovi, sacerdoti, religiosi e religiose salire una montagna ripida, in cima alla quale c’era una grande croce di tronchi grezzi, come se fosse di sughero con la corteccia (…); giunto alla cima del monte (…) venne ucciso da un gruppo di soldati che gli spararono vari colpi di arma da fuoco e frecce, e allo stesso modo morirono gli uni dopo gli altri i vescovi, sacerdoti, religiosi, religiose e varie persone secolari…». E’ il terzo segreto di Fatima. Ma, data la croce pauperistica, non potrebbe essere, invece, l’atteso Trionfo del Cuore Immacolato?

MORRICONE

Così Ennio Morricone all’agenzia Zeenit.org: «Dopo il Concilio Vaticano II la mia attenzione si soffermò sul cambiamento che subì la musica in seguito a quell’evento. Ebbene, mi dispiacque moltissimo quando si decise di staccarsi dalla tradizione musicale che proveniva dal passato della Chiesa. Forse si cercò di andare incontro ai gusti dominanti, proponendo stili musicali più popolari e vicini alle tendenze della musica popolare di oggi. Mi sembrò si stesse minando un’identità musicale importante e millenaria».