GIAPPONE

Posted: July 31st, 2014 | Author: | Filed under: Antidoti | Tags: |

Nel giugno 2014 finalmente il Giappone si è dotato di una legge contro il possesso di materiale pedopornografico. Infatti, dal 2000, i casi di pedopornografia scoperti nel Sol Levante sono aumentati di dieci volte. Ma le associazioni per la tutela dei minori puntano il dito anche contro i «manga», fumetti di contenuto a volte particolarmente esplicito e i cui personaggi hanno facce di bambini. Niente, l’editoria del settore ha imposto la «libertà d’espressione» e il governo ha dovuto fare un’eccezione. Strano Paese, nel quale esistono locali per soli uomini in cui le cameriere devono vestire la divisa delle scolarette. Aridatece le geishe.


AMBIENTE

Posted: July 30th, 2014 | Author: | Filed under: Antidoti | Tags: |

Se volete una parola definitiva, scientifica e qualificata contro le minchiate che ogni giorno ci tocca sentire sull’«ambiente», procuratevi il volume “Spunti critici in tema di diritto e gestione dell’ambiente”, a cura di Paolo Togni (già firma di “Tempi”), edito dal Gruppo24ore e dalla SSTAM (Scuola Superiore Territorio Ambiente Management): servizioclienti.libri@ilsole24ore.com


CASAFAMIGLIA

Posted: July 29th, 2014 | Author: | Filed under: Antidoti | Tags: |

Cari amici, a Viareggio c’è una parrocchia che espone la rivista «Il Timone» (dove tengo una rubrica da anni) in apposita bacheca. Quando sono al mare ci vado a messa. Il parroco è giovane, don Luigi Pellegrini, una ne fa e cento ne pensa. Ora ha realizzato una casa in cui ospita i ritardati mentali, quelli che non hanno più nessuno che se ne occupi. Come sapete, il problema che assilla queste famiglie è: che ne sarà di nostro figlio quando noi non ci saremo più? Ora, don Luigi non riceve finanziamenti di sorta: ha messo una cassetta esterna dove chi vuole può fare offerte. Insomma, la casa campa di Provvidenza. Sarebbe il caso di fargli avere un po’ di quel che vi avanza. I siti: www.parrocchiasantarita.it e www.amicinsiemeviareggio.it – Per offerte a tale casa famiglia: Banco Popolare (iban: IT57 E 05034 24873 000000000347) o BCC Versilia (IT62 P087 2624 8000 0000 0106 418). Per il 5xmille, alla Fondazione Papa Giovanni Paolo II Onlus, c.f. 91037690467. Dio aggiornerà la vostra scheda nel Suo archivio.


GIUSTIZIA

Posted: July 27th, 2014 | Author: | Filed under: Antidoti | Tags: |

Leggo sul «Giornale» del 19 giugno 2014: tre anni fa uno al volante investe un bambino di otto anni a Cassano d’Adda (Lodi). L’investitore risulta positivo alla coca e all’alcol e ha pure precedenti per guida in stato di ebbrezza. Tra patteggiamenti e varie, si fa in tutto sei anni per lesioni colpose. L’investito, invece, resterà in carrozzina per tutta la vita. A Milano, tre marocchini, spacciatori, sfrecciano a centosettanta per la città inseguiti dai carabinieri: si schiantano contro un’auto ignara, uccidendo un giovane architetto. Loro restano illesi. Omicidio (solo) colposo, dice la legge. Vedremo quanto gli daranno. Vallanzasca, quattro-ergastoli-quattro, gira per supermercati. Boh. Ma perché continuano a chiamarlo Codice Penale anziché Codice di Reinserimento Sociale?


BERLUSCONI

Posted: July 23rd, 2014 | Author: | Filed under: Antidoti | Tags: |

Certo, sarà solo una coincidenza, ma è singolare che non appena Berlusconi ha “aperto” ai gay i suoi eterni guai giudiziari sono d’incanto finiti…


MONNEZZA

Posted: July 19th, 2014 | Author: | Filed under: Antidoti | Tags: |

Com’è che più dilaga la raccolta differenziata (operata per giunta dai cittadini, non dalle istituzioni) e più cresce, anziché diminuire, la tariffa sui rifiuti? Forse perché la monnezza riciclata non ha mercato? Forse perché riciclarla consuma energia? Forse perché dobbiamo pagare le nazioni che se la pigliano? Forse perché noi italiani siamo davvero stupidi tutti, i votati e i votanti? Sia come sia, perché, almeno, non la facciamo finita col martirio della differenziazione? Temo di aver già risposto…


ARMI

Posted: July 15th, 2014 | Author: | Filed under: Antidoti | Tags: |

Intervistato da Giustino Di Domenico su Aleteia.org del 13 giugno 2014, l’analista dell’Opal (osservatorio permanente armi leggere) di Brescia, Giorgio Beretta, ha detto tra l’altro: ««Il Medio Oriente è la zona nel mondo verso cui (…) è diretta la maggior parte di sistemi militari: nell’ultimo decennio ne sono stati inviati per oltre 51 miliardi di dollari, che rappresentano più del 20 per cento di tutti i trasferimenti mondiali di armamenti. Un quinto di tutti i sistemi militari venduti nel mondo va quindi a finire proprio in Medio Oriente. (…) Gli Stati Uniti sono in assoluto il maggior esportatore di armamenti verso i Paesi mediorientali: nell’ultimo decennio ne hanno inviati per quasi 25 miliardi, cioè praticamente la metà di tutte le forniture di armi al Medio Oriente è di provenienza statunitense. Segue la Russia, ma con cifre quanto mai lontane (circa 5,5 miliardi di dollari) e poi una serie di Paesi dell’Unione europea: la Francia (più di 5 miliardi), la Germania (3,3 miliardi), il Regno Unito (3,1 miliardi) e l’Italia (più di 1 miliardo)». Eh, le cose vanno dove servono…


IMMIGRATI

Posted: July 11th, 2014 | Author: | Filed under: Antidoti | Tags: |

Domanda: quanto tempo ci vorrà perché l’intero continente africano sbarchi a Pozzallo? Gli scafisti, nelle loro conversazioni (note alla polizia) si rassicurano l’un l’altro sul fatto che in Italia al massimo staranno «dentro» per poco. E tra i c.d. «disperati» ci sono pure quelli che fanno avanti e indietro. Tra gli sbarcati dell’1 giugno 2014 c’erano anche due spacciatori marocchini, tutti e due già condannati in Italia (uno addirittura a sette anni) e fuggiti. Ma adesso ritornati come «disperati». Be’, almeno due sono stati (è il caso di dirlo) pescati. Il ministro dell’interno, durante un convegno Ue a Lussemburgo, ha detto: «Nessuno è in grado di escludere la presenza di jihadisti tra gli immigrati. Certamente la nostra vigilanza è altissima». Come quella francese e belga (v. strage nel museo ebraico di Bruxelles)? Certo, però, che quest’Italia laica e laicissima governata a tappeto dalla sinistra che, per definizione, del Vangelo se ne sbatte, è strana: traghetta a casa sua e a spese sue chiunque voglia, basta che sia «povero» o tale almeno appaia. Ma tutte le eresie sono così: prendono un pezzo di Vangelo e buttano il resto. Senza il Vangelo ci sarebbero stati Voltaire e Marx? Ecco perché il buonismo gauchista ammalia tanti preti.