OCONE

«A quanto mi consta è un neologismo: i cristiani mai erano stati definiti da un ex presidente degli Stati Uniti, e da una ancora aspirante tale, cioè da coloro che sono ancora oggi i maggiori esponenti dei democratici americani, come “easterworkshippers”. Lo hanno fatto, a poche ore di distanza l’uno dall’altro, Barack Obama e Hillary Clinton con due tweet a commento dell’atroce strage compiuta in Sri Lanka. “Adoratori della Pasqua” suona un po’ come “adoratori” di un culto primitivo, esotico, eccentrico, minoritario: come un insieme di persone da guardare con distacco misto a curiosità. Che la doppia uscita sia avvenuta quasi all’unisono non può essere un caso, e neppure un lapsus freudiano. Essa è il risultato di un progetto culturale-politico ben preciso di cui Obama e Hilary sono stati e sono, all’un tempo, espressione e autori eminenti». (Corrado Ocone, Formiche.net 22.4.19).

ABBONDIO

Leggo che l’arcivescovo di Milano il 25 aprile andrà a benedire le bandiere (rosse). Qualche tempo fa, nessun prete della diocesi fu mandato a dir messa al cimitero dei caduti della Rsi. Sant’Abbondio, prega per il clero. Precedente Antidoto: «Chi difenderà le pecore se, lasciandole alla loro sorte, i pastori si spaventano e fuggono di fronte ai lupi? Oggi la paura è la grande debolezza della Chiesa. (…) Alcuni vescovi temono le critiche perché sono centrati su loro stessi e diventano così troppo prudenti, non si esprimono chiaramente su nulla per non andare incontro all’opposizione o al martirio» (card. Sarah, intervistato da Aleteia.org, 8.4.19).

SARAH

«Chi difenderà le pecore se, lasciandole alla loro sorte, i pastori si spaventano e fuggono di fronte ai lupi? Oggi la paura è la grande debolezza della Chiesa. (…) Alcuni vescovi temono le critiche perché sono centrati su loro stessi e diventano così troppo prudenti, non si esprimono chiaramente su nulla per non andare incontro all’opposizione o al martirio» (card. Sarah, intervistato da Aleteia.org, 8.4.19).

CROMWELL

«Quanto alla caccia alle streghe, non vi fu mai una festa simile come sotto gli sforzi di tolleranza di Cromwell. Sessantuno streghe sono mandate a morte in una contea nello spazio di un anno, e precisamente nell’Inghilterra dell’est. Non abbiamo le cifre esatte, ma in quei brevi anni di potere puritano furono forse uccise più streghe che in tutto il resto del secolo» (cfr. Hilaire Belloc, “Cromwell il dittatore”, Fede&Cultura, p. 63).

MITTERRAND

«La maggior parte dei terroristi, condannati o sotto inchiesta da parte della magistratura italiana nei cosiddetti “anni di piombo” trovarono accoglienza oltralpe, grazie alla “dottrina Mitterrand” (1982), con cui l’allora presidente francese concedeva loro lo status di rifugiati politici. Questo riconoscimento li sottraeva alle indagini e bloccava ogni richiesta di estradizione. L’unica condizione era che i destinatari non fossero ricercati per atti diretti contro lo Stato francese e avessero rinunciato (almeno a parole) a ogni forma di violenza politica. L’ispiratore della “dottrina Mitterrand” fu un noto sacerdote francese, Henri Antoine Grouès, detto Abbé Pierre (1912-2007)» (Roberto De Mattei, Corrispondenza Romana 27.3..19).