Ci sarà un motivo se le maggiori organizzazioni internazionali premono per le cosiddette nozze gay. E, guarda un po’, proprio la Francia se ne fa paladina all’Onu. Altra coincidenza: lo stesso fronte trova raggruppati atei e agnostici, buddhisti e ambientalisti, abortisti e terroristi del clima, sostenitori dell’eutanasia e amici dello spinello libero, malthusiani ed edonisti semplici. Un complottista ex sessantottardo potrebbe pensare alla solita Cia, ai soliti servizi deviati, alla solita P2, alle solite multinazionali, alle solite Forze Oscure della Reazione Sempre in Agguato. Ma lo schieramento sunnominato ha un unico comun denominatore: odia la natalità. Anzi, odia l’uomo tout court. Così, cade, per esempio, l’ipotesi di complotto da multinazionali, perché queste, anche le farmaceutiche, dovrebbero avere, semmai, interesse alla moltiplicazione degli esseri umani. No, questo è puro odio contro l’uomo quale immagine di Dio. Non per nulla il nemico, l’unico, per lo schieramento di cui sopra è la Chiesa cattolica. Francamente, non mi aspettavo che il Principe di Questo Mondo gettasse la maschera così presto. Ma ormai le cose sono realmente chiare e solo chi non vuol vederle non le vede. Mai i fronti sono stati così delineati e netti: Sodoma & Gomorra da un lato, la Chiesa dall’altro. Un consiglio: chi non ha ancora scelto da che parte stare si spicci.