Questa è proprio carina e voglio condividerla. Il 27.2.09, Franco Zeffirelli è stato intervistato da Paolo Bracalini su «Il Giornale». Tra le altre cose, alla domanda «E il Dante di Benigni è cultura?» così ha risposto: «Ma per carità. Io poi sono fiorentino e sentire uno di Prato che legge Date mi fa diventare matto. Appunto, ma nessuno ha pensato di fare leggere Dante ad un uomo come Albertazzi? No, Ci vuole un pagliaccio becero come Benigni».