1896

Bessie, ventunenne figlia del generale di stato maggiore Daniel Flager, si presentò alla polizia di Washington: «Sono venuta a costituirmi. Ho appena sparato a un negro». Ernest Green (il suo nome) come altri ragazzi del vicinato era stato attratto dagli alberi carichi di frutta dell’enorme giardino dei Flager. Aveva infilato la mano tra le sbarre della cancellata per prendere una mela caduta. Un colpo di pistola al petto. Cercò di scappare, ma un altro colpo, alla schiena, lo stese. Bessie Flager fu condannata a tre ore di carcere e 500 dollari di multa. «A Washington, il fatto stesso che la ragazza venisse sottoposta a giudizio fece scalpore: i giornali si schierarono subito dalla sua parte commiserandola per lo shock subito nell’apprendere che il ragazzo era morto» (Idanna Pucci, La signora di Sing-Sing, Lef, pp. 185-186).

►►► Le ultime novità in libreria di Rino Cammilleri.

MAGNI

«Le percentuali dei musulmani che vorrebbero la sharia (la legge coranica) come legge fondamentale del loro paese: il 99% degli afgani e il 91% degli iracheni, due popoli teoricamente liberati dagli occidentali, l’89% dei palestinesi (che pure hanno una classe dirigente laica), l’83% dei marocchini (un regno moderato), il 72% degli indonesiani (Stato democratico e multi-confessionale), solo per citare i dati più interessanti. Fra i più moderati, cioè quei popoli musulmani che meno desidererebbero essere governati dalla sharia? Albanesi (12%), kosovari (15%), turchi (12%)» (Stefano Magni su La Nuova Bussola Quotidiana del 5.6.17).

►►► Le ultime novità in libreria di Rino Cammilleri.

Il Cattolicesimo spiegato a mio nipote che fa il liceo

Il Cattolicesimo spiegato a mio nipote“Tutto comincia quando mio nipote Nicola, che fa il liceo, viene a chiedere allo zio, scrittore di cose cristiane, qualche dritta per polemizzare col suo insegnante di religione. Le domande che pone sono semplici, per qualcuno scontate (ma sempre meno per un sempre maggior numero di persone): perché devo mangiare il Corpo di Cristo? che c’è di male se ho rapporti intimi con la mia ragazza? che cos’è questa storia del Dio Trino? e quella della Madonna vergine? Poi, però, Nicola si appassiona, perché certe spiegazioni non le aveva mai sentite. E comincia a venire a trovarmi, e le sue domande si fanno sempre più interessate e pungenti: perché bisogna pregare? perché Dio il più delle volte non esaudisce? perché sono nato? e perché devo soffrire? perché…?”

►►► Acquista l’ultimo libro di Rino Cammilleri.

FATIMA

Quando scoppiò il caso-Fatima, il problema fu l’acqua per tutti quei pellegrini. La zona, infatti, era arida. Nel 1921, tra le risate dei paesani, il vescovo fece scavare un pozzo vicino al leccio su sui era apparsa la Madonna. E trovò l’acqua. Si gridò al miracolo, anche perché di pozzi ne furono scavati altri due, e ognuno portava acqua. A quell’acqua furono attribuite molte guarigioni. Poi, con la costruzione della grande basilica, tutto si ridusse a qualche rubinetto sul monumento al Sacro Cuore. Quasi nessuno oggi ricorda più l’antica acqua di Fatima (fonte, Tfp, giugno 2017).

PROCESSIONE

Un curiosa abitudine, da parte di molti cattolici, è stata innescata dai cortei del Gay Pride. Al grido di Pier Capponi («voi suonate la vostre trombe, noi suoneremo le nostre campane»), a ogni Gay Pride segue processione cattolica. L’ultima, per chi voglia aggregarsi, partirà il 29 giugno p.v. alle 19,15 da Piazza Castello a Milano, dove è appena cominciata una settimana «arcobaleno».