exlibris

EXLIBRIS

Sono appena usciti un paio di libri che, se non ve li segnalo io, non sarà facile che lo faccia qualcun altro. Uno è di Paolo Gulisano, esperto di Tolkien. Questa volta si è cimentato con uno dei romanzi nazionali americani, «Moby Dick» di H. Melville, potentissima narrazione “religiosa” in cui Gulisano ha sapientemente scavato: “Fino all’abisso. Il mito moderno di Moby Dick” (Áncora). L’altro libro è di un autore che non ha bisogno di presentazioni, Gilbert K. Chesterton: “Lo spirito del Natale” (D’Ettoris Editore), con prefazione di mons. Luigi Negri. Buona lettura.

EXLIBRIS

Nella valanga di libri che costantemente mi arriva, traggo fior da fiore e li segnalo, come sapete, ai lettori degli Antidoti, perché, come recita un antico detto monastico, una casa senza biblioteca è come una fortezza senza armeria. Cominciamo con l’anti-relativista “I diritti umani capovolti” (Fede & Cultura) di Stefano Spinelli, con prefazione del vescovo Luigi Negri. Segue l’importante “Luigi Gedda e il movimento cattolico in Italia” (Sugarco) di Marco Invernizzi, con prefazione di Giovanni Cantoni (fondatore di Alleanza Cattolica). Da non perdere è il vademecum sulle elezioni americane (e la loro storia) “Usa 2012” di Mauro Della Porta Raffo (fuori commercio, ma forse –forse, perché il personaggio è stravagante- si può contattare l’autore, che vive a Varese, tramite il suo sito –se ne ha uno). Infine, Francesco Vaiasuso (intervistato dal vaticanista Paolo Rodari del “Foglio”) “La mia possessione. Come mi sono liberato da 27 legioni di demoni” (Piemme), un titolo che parla a solo. Buona lettura.